5 DOMANDE AI KHORAKHANE'

Scritto da: -

 

 I KHORAKHANE' sono Luca Medri al Pianoforte, tastiere e fisa - Fabrizio Coveri voce - Fanti Pier David alla batteria - Gioele Sindona al Violino.


Selezionati a Sanremolab, parteciperanno al Festival di Sanremo 2007 nella categoria Giovani con il brano :

“ La ballata di Gino”

musica: Luca Medri Testo: Mario Ulderici

 

 Conosciamoli meglio in questa piccola intervista:

1 ) In poche battute, raccontate chi sono i Khorakhanè ai lettori di Festival.
 

I Khorakhanè nascono a Meldola, in provincia di Forlì, nel 2001 come tribute band a Fabrizio de Andrè da un'idea di Luca, il nostro tastierista e Bicio, il cantante. Nel corso degli anni abbiamo suonato in lungo e in largo per la penisola, arrivando poi a suonare anche in Svizzera e in Polonia. Parallelamente ai successi ottenuti nei nostri concerti, che ci hanno procurato un numeroso seguito di pubblico, abbiamo cominciato a sentire sempre più forte l'esigenza di elaborare un progetto costituito da brani originali. L'immagine di tribute band al grande cantautore ci cominciava ad essere stretta, avevamo bisogno di esprimerci con qualcosa di nostro. Così nel 2003 abbiamo cominciato a comporre, partecipando a qualche festival e cominciando a raccogliere anche lì i primi successi: premio della giuria popolare al Festival di Treviso "Ritmi globali europei 2003", vittoria al Festival di San Marino 2005, con conseguente partecipazione al Tim Tour, ecc. Ed ora eccoci qua…

 
 

2) Cosa significa per Voi il traguardo Sanremo?
 

Il traguardo Sanremo è per noi un nuovo punto di partenza, una vetrina accessibile ad un vasto pubblico che speriamo apprezzi la nostra musica. In giro ci sono tante idee musicali e tanti gruppi validi, quello che manca è purtroppo il modo di renderle accessibili a più persone possibili. Cercheremo di sfruttare al meglio l'opportunità che abbiamo.

 
3) Di cosa parla la Vostra canzone sanremese?
 

E' la storia vera di un nostro compaesano morto qualche anno fa, che durante la seconda guerra mondiale ha disertato la guerra per tornare a fare il contadino nella sua Romagna. Lui raramente si allontanava dai campi e non concepiva il fatto di essere arruolato per andare ad ammazzare al fronte, il venirgli sostituita la sua zappa con un fucile. Noi la consideriamo una canzone di pace e di speranza.

 
4) Quali sono i Vostri punti di riferimento musicali?
 

Veniamo tutti da esperienze musicali diverse: rock, jazz, classico, ecc. Abbiamo poi trovato un punto comune in Fabrizio De Andrè rielaborando in chiave personale i suoi brani, e ciò ci ha consentito di creare uno stile nostro molto riconoscibile.

 
 
5) Se doveste vincere la Categoria giovani, a chi dedichereste la vittoria?
 

Come abbiamo detto prima in questi anni anni ci siamo conquistati un pubblico fedele che ci segue in molti nostri concerti, dovunque siamo. Molti ci hanno sempre incoraggiato nell'andare avanti con le nostre idee, e alla fine non si sono neanche stupiti più di tanto per la conquista sanremese: lo considerano un traguardo meritato. La vittoria sarebbe quindi dedicata a chi ha sempre creduto in noi fin dall'inizio, e naturalmente a Fabrizio De Andrè, che ci ha visti nascere.
 
Un grazie di cuore ai Khorakhane' e a Matteo Scheda. 
Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Festival.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Entertainement di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano