Sanremo 2013 Fazio revolution: per i Big due brani e zero eliminazioni

Scritto da: -

Fazio anticipa le novità del suo Sanremo: 14 big con due brani inediti e senza eliminazione. Il pubblico sceglie quale delle due canzoni va in finale. Littizzetto co-conduttrice e presenza di Saviano? Forse, ma la musica torna al centro.

Fabio-Fazio-Saviano-e-Littizzetto.jpg

Fabio Fazio farà  Sanremo 2013 a modo suo, il più possibile lontano dalla formula talent show o “lacrime e sangue” con eliminazioni di Big che  fanno sì audience ma tengono lontani artisti blasonati che non se la sentono di passare per la possibile gogna di un’esclusione al primo giro.

Lo dichiara nel numero Sorrisi e Canzoni che uscirà martedì prossimo”….. sotto certi aspetti faremo la rivoluzione a Sanremo” anticipando le novità che vorrebbe apportare nella sua duplice veste di Direttore Artistico e di conduttore.

I Big saranno 14 e 14 resteranno fino alla serata finale, presentando in gara non più solo una, ma due canzoni inedite. Nella prima serata cantano 7 big e nella seconda serata altri 7. Ognuno avrà a disposizione il tempo per cantare le due canzoni una dopo l’altra come in una sorta di mini concerto.

 ”Il linguaggio che vorrei privilegiare al festival 2013 è quello del divertimento’, spiega Fazio. “Passano gli anni e si apprezza di più la fortuna avuta, si impara a non vivere la tensione: voglio essere io il primo a portare allegria. Spero che con me ci sia anche Luciana Littizzetto. Immagino per lei una co-conduzione. Se deciderà di starci, sarà sorprendente il modo in cui interpreterà il ruolo della “valletta mora” e della “valletta bionda”. Roberto Saviano? Vedremo: il Festival è uno strumento talmente importante che può essere utile anche per affrontare grandi temi, anche se la musica resterà sempre l’elemento narrativo fondamentale”. 

La gara big con due inediti servirebbe secondo Fazio a riportare al centro dello show, la musica: “Finita l’esibizione, il pubblico da casa dovrà votare quale delle due canzoni preferisce e quella resterà in gara. Dal giovedì, i 14 big si sfideranno con la canzone scelta dal pubblico. In questo modo dò la possibilità ai cantanti di rischiare qualcosa, di non presentare quello che spesso viene chiamato il brano ’sanremese’, ma di proporre anche qualcosa di più originale o bizzarro. Questo meccanismo ha il vantaggio che costringerà tutti a ragionare di canzoni, a riportare la musica al centro del Festival. E in un certo senso torneremo al vecchio 45 giri, quello con il ‘lato A’ e il ‘lato B’”. 

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 1 voti.